Essere mamma con marito lontano

 

 

Essere mamma con marito lontano non è affatto semplice, ma l’amore che ci unisce è più forte di qualsiasi distanza. 

 

Non è una novità la nostra lontananza

 

Mio marito ed io ci conosciamo da ormai 11 anni e abbiamo sempre vissuto una storia a distanza. Lui calabrese, io napoletana, ci separavano sempre quei 400km. Quando poi ha intrapreso la strada militare i chilometri oscillavano, a volte aumentavano, altre diminuivano.
Sono stati pochi gli anni in cui non ha lavorato, ma comunque non potevamo stare insieme poiché io ero impegnata con la scuola e subito dopo col lavoro.

 

Meno tempo separati

 

Solo 5 anni fa decisi di cambiare la mia vita, abbandonai tutto: famiglia, amici, le mie abitudini per non dividerlo più con nessuno.

Non avrei più detto: “Questo è il week end della sua famiglia quindi non lo vedrò”.

Ora tutte le volte sarebbe venuto da me.
Lì ho cominciato a costruirmi poco a poco la mia vita. Trovai un lavoro nella sua città, un lavoretto che ci ha permesso di sposarci (il 7 agosto 2014). Ad Ottobre dello stesso anno prendemmo casa in fitto e a Gennaio scoprii di essere incinta .

 

Da qui cambia tutto

 

Come già detto siamo riusciti a stare 9 lunghi anni separati e avremmo potuto continuare, ma non ora.
Ora abbiamo Syria; abbiamo lei che inesorabilmente ci travolge.
Ogni arrivederci è straziante, ogni giorno prima di separarci siamo nervosi, come al contrario ogni giorno prima di vederci è un giorno SÌ, e ogni giorno di arrivo di papà è una festa. Ora Syria ha quasi 16 mesi e le attenzioni che ci dimostra, i suoi modi dolci, le sue carezze sono la nostra droga ed è per questo che non riusciamo più a star lontani. Il papà non riesce a stare senza le sue carezze prima di dormire la sera tutti e tre nel lettone, lei non vuole più trovarsi la mattina nel letto sola non vedendo più il papà dall’altra parte del letto, nominandolo puntualmente ogni volta… “Papà” e io, io non riesco a tollerare più tutto questo.

 

Naturale? Non proprio

 

Vedere soffrire le persone che più amo al mondo, ogni volta è un pugno al cuore.
Syria a volte resta anche 2 giorni senza voler vedere il papà attraverso lo schermo di un cellulare in videochiamata, quando poi le passa inizia a sbaciucchiare lo smartphone e accarezzarlo come se per lei fosse la cosa più naturale del mondo. Tutto questo, però non è naturale affatto. Naturale non è un padre lontano dalla famiglia, né la famiglia lontano dal proprio padre. Non sopporta vedere andar via nessuno nonostante voglia stare solo con me.
Inizialmente pensavo fossero solo dei casi, invece ora credo fermamente che Syria senta la mancanza del suo papà.

 

Cosa penso…

 

I padri devono lavorare, nulla di più giusto.
Penso invece sia ingiusto dover cercare lavoro altrove, perché si è stati sfortunati a non averlo trovato vicino casa.
Quanti padri di famiglia si trovano in questa situazione e non vorrebbero?
Sono stata figlia e so cosa significa avere un padre che è dovuto andar via con tutte le conseguenze del caso.
Mai dei figli dovrebbero vivere delle assenze così importanti e i genitori mai dovrebbero vedere i figli soffrire così.

 

So che non sono l’unica mamma con un marito lontano. So che siamo donne forti e che non tutte riuscirebbero. Ci accomuna comunque a tutte l’amore, per i nostri figli e per la famiglia.

 

Arianna

 

 

Blog: www.diventaremamma.com

 

Facebook: Facebook.com/diventarmamma

 

 

Please reload

Please reload

Il Club delle Mamme

viale R.Serra 16 20148 Milano

mariangela@h2bizness.it

 

Tel: 02 49543090

Cell: 391 3664892

2014 by Mango Promotion

Informativa sulla privacy - Cookie policy