ARMOCROMIA: RITROVA BENESSERE E SERENITA' CON I COLORI

Quanto è facile, soprattutto nella fredda stagione invernale, alzarsi la mattina e, nel momento della fatidica decisione su cosa indossare, ripiegare sempre sul comodo, familiare ed evergreen... colore nero?

Già, noi mamme lo sappiamo bene: "il mattino ha l'oro in bocca" e tra la colazione, i bimbi da portare a scuola e le mille faccende domestiche da sbrigare prima di uscire e recarsi al lavoro, non c'è quasi mai il tempo per preparare outfit colorati e ben abbinati.

Ciononostante, secondo i principi della Color Analysis o Personal Color Analysis, ogni persona ha dei colori "amici" e dei colori "nemici", come spiega anche Rossella Migliaccio, autrice del libro del 2019 "Armocromia". Insomma, questa è una filosofia che sta spopolando negli ultimi tempi e che ormai è diventata una vera e propria tendenza.


In realtà, però, questa "scienza dei colori" ha radici ben più lontane che risalgono a decenni fa. Il libro di maggior successo sul tema è infatti Color Me Beautiful di Carole Jackson, pubblicato già nel 1980.


Gli elementi base su cui si fonda l'armocromia sono:

- il sottotono, può essere caldo o freddo;

- il valore, le possibilità sono chiaro, medio o scuro;

- il contrasto, caratterizzato dalla combinazione occhi, pelle e capelli;

- l'intensità, si riferisce alla brillantezza e può essere forte o tenue.


Una volta compresa la combinazione che ci caratterizza, possiamo identificare qual è la palette di colori che possiamo definire nostri "amici", quindi quelle tonalità che ci faranno sentire meglio, più serene e felici, e ci permetteranno di apparire più luminose e rilassate.


Secondo Jackson e anche altri autori, le palette possibili a seconda del nostro "personal mix" sono: inverno, estate, primavera e autunno.



La palette inverno comprende colori freddi e brillanti, come quelli di una giornata invernale, con sottotono sul blu, ad esempio il verde smeraldo e il magenta.

I colori della palette estate, come il rosa cipria, il verde acqua e il grigio ardesia, sono ancora una volta freddi ma, a differenza dei precedenti, appaiono smorzati e più morbidi.

La palette primavera ha colori chiari e luminosi, con sottotono caldo, come quelli di un mazzo di fiori raccolti in una giornata di primavera. Ricordiamo il giallo brillante e il corallo.

La palette autunno, infine, presenta colori caldi e terrosi, come quelli delle foglie secche che cadono dagli alberi tra settembre e novembre. Alcuni tipici esempi sono il marrone, il terracotta, il beige e il giallo senape.


Vi siete incuriosite di questo magico mondo dei colori?