I PARCHI NELLA NEVE

Che meraviglia i parchi nazionali italiani d'inverno, quando la natura si tinge di bianco e la neve svela le tracce dei piccoli animali che vivono nel bosco.

Quella del 2020 è stata l'estate del ricongiungimento con la natura, delle gite all'aperto, delle camminate alla scoperta di paesaggi e animali che popolano le nostre foreste. Un nuovo modo di viaggiare che ci ha conquistati, e che può essere protagonista anche dei fine settimana invernali, quando la natura si tinge di bianco, i fiori più forti resistono incredibilmente alle temperature rigide e la neve può nascondere o svelare le tracce degli animaletti.

Questa stagione è perfetta per andare alla scoperta degli spazi naturali più belli d'Italia, quelli dei nostri Parchi Nazionali e delle nostre Aree Protette, che anche d'inverno sono popolate da esemplari unici della flora e della fauna autoctona.


Parco Nazionale Gran Paradiso

È probabilmente il luogo ideale per entrare in contatto con la natura invernale. Qui, tra le cime alpine di Piemonte e Valle d'Aosta, la natura dà forse il suo meglio proprio in mezzo alla neve. Spesso, infatti, il periodo invernale è la stagione migliore per avvistare gli animali, che scendono verso valle in cerca di cibo. E i panorami delle vette imbiancati sono davvero qualcosa di unico. Il parco, durante tutto l'inverno, organizza diverse escursioni adatte a ogni tipo di camminatore, dai più esperti ai più piccolini. Ci sono le passeggiate con le racchette con l'accompagnamento di una guida che vi racconterà come affrontano l'inverno gli abitanti del Parco, oppure le romantiche camminate e ciaspolate sulla neve, anche di sera, quando il cielo si riempie di stelle e gli animali notturni danno il cambio a quelli diurni, popolando il parco di nuove voci.

Info: www.pngp.it


Parco nazionale delle Dolomiti Bellunesi

Non ci sono parole per descrivere quanto possono essere suggestive le Dolomiti innevate: gli amanti delle montagne e degli spazi naturali in quota adoreranno visitare il Parco nazionale delle Dolomiti Bellunesi nella stagione più fredda. In questi territori, tra l'altro, è in corso il progetto “il sentiero dei lupi”, che documenta la ricolonizzazione spontanea della zona da parte dei lupi, estinti nel bellunese da quasi due secoli e ricomparsi a partire dal 2018. Se siete fortunati potreste scovarne le tracce, altrimenti potete consolarvi con gli interessanti materiali video e fotografici del progetto sul sito dedicato (www.ilsentierodeilupi.com).

Info: www.dolomitipark.it


Parco del Beigua

Il comprensorio del Beigua, la più vasta area naturale protetta della Liguria, è un territorio straordinario, il cui patrimonio geologico è tutelato dall'Unesco e nei cui luoghi più impervi e nascosti trova il suo habitat ideale il lupo. D'inverno ci si può divertire a scoprirne le tracce, tra ciuffi di pelo nascosti nella neve o impronte lasciate durante la caccia. L'inverno, nelle zone umide del parco, è anche la stagione degli amori della rana montana, che rumoreggia per conquistare il proprio partner ideale. Il parco organizza diverse escursioni per scoprire la flora e la fauna del territorio, e attività divertenti ed educative come la costruzione con materiali di riciclo di mangiatoie per gli uccellini, in modo da aiutarli a superare la stagione fredda con piccole scorte di semi e bacche.

Info: www.parcobeigua.it


Parco nazionale dell' Appennino tosco-emiliano

Questo parco nel cuore dell'Italia mostra d'inverno, tutta la biodiversità del territorio in cui si trova. Sul versante emiliano, da un lato, domina la neve che permane fino a basse quote per tutta la stagione; sul versante toscano, esposto a Sud, è raro trovare boschi innevati. Dove c'è la neve, il parco è il luogo ideale per praticare gli sport invernali immersi nella natura: escursioni nel parco in modalità "slow", come il nordic walking, le ciaspolate (proposte anche in versione notturna) e soprattutto lo sci di fondo, oggetto di un grande rilancio in queste zone, anche e soprattutto in chiave escursionistica lungo le moltissime mulattiere che percorrono il territorio.

Info: www.parcoappennino.it


Parco della Maremma

Un'area naturale spettacolare che è un paradiso per gli amanti degli uccelli, anche in inverno: le sue aree umide rappresentano infatti una importantissima area di svernamento per numerose specie di uccelli acquatici. Numerosi anche i rapaci che popolano la zona, come il falco pescatore, protagonista di un progetto di reintroduzione della specie portato avanti con successo dal 2010. L'area è inoltre popolata da cinghiali, caprioli e daini e da moltissimi mammiferi comuni come la volpe, il tasso o la lepre: animali di cui si possono scorgere le tracce passeggiando per questi boschi. D'inverno, poi, i boschi del parco si accendono di colori vivaci, con il rosso delle bacche del corbezzolo e del pungitopo, il verde dei muschi o il bianco delle bacche del vischio e dei fiori del corbezzolo.

Info: www.parco-maremma.it


Parco Nazionale d'Abruzzo Lazio e Molise

L'animale simbolo del parco, l'orso marsicano, come è noto, va in letargo durante l'inverno, tuttavia questo parco nazionale ha moltissimo da offrire ai visitatori anche nella stagione più fredda. Cervi, caprioli e aquile reali che lo popolano sono meravigliosi se avvistati d'inverno. Immaginatevi di riuscire a vedere un cervo che spunta in mezzo al bosco innevato: è una scena da film, che potreste vivere in prima persona – se siete fortunati – durante una passeggiata. In più, il clima non eccessivamente rigido rende più piacevoli le escursioni attraverso i sentieri del parco per camminatori di ogni età.

Info: www.parcoabruzzo.it

Parco Nazionale della Majella Il lupo, simbolo del Parco della Majella, lascia le sue impronte sulla neve: così può essere più semplice ed emozionante scoprirne i movimenti, attraverso le tantissime escursioni invernali che vengono proposte sul territorio. A piedi o con le ciaspole, sono molte le occasioni per scoprire la bellezza dei boschi innevati e degli abitanti che popolano questo grande parco. Poi, per ristorarsi dopo le camminate, si può andare a mangiare qualcosa di tipico in uno dei bellissimi borghi che circondano il Parco, ricchi di storia, di leggende e di bellissime botteghe artigiane. Info: www.parcomajella.it Parco Nazionale del Vesuvio I sentieri circolari del Parco del Vesuvio possono essere visitati anche durante l'inverno, quando la neve imbianca i “cognoli”, le diverse cime del Monte Somma, da cui ha avuto origine il Vesuvio. L'esperienza invernale più suggestiva di tutte, sicuramente, è l'escursione al “Gran Cono” del Vesuvio quando è innevato. Si parte da quota 1000 metri e si prosegue lungo il sentiero attraverso un paesaggio lunare che, se colorato di bianco, assume un'atmosfera davvero suggestiva e speciale. Info: www.parconazionaledelvesuvio.it Parco Nazionale dell'isola di Pantelleria Non sempre l'inverno significa freddo e neve: nel Parco di Pantelleria, per esempio, il clima è per lo più mite, e le escursioni sono accompagnate da giornate di sole generalmente tutto l'anno. L'avifauna del parco è davvero ricca, in quanto questa zona è un punto di sosta per gli uccelli che durante l'autunno migrano tra l'Europa e l'Africa. Tuttavia ci sono anche bellissime specie stanziali, che possono essere avvistate anche in inverno. Ad esempio, il falco più più caratteristico dell'Isola è il sicárro, che ha colonizzato tutte le rupi del territorio. Altri uccelli caratteristici che frequentano l'isola sono il gruccione, la ghiandaia marina o l'upupa. Se siete fortunati, inoltre, potreste vedere dormicchiare qualcuno dei celebri pipistrelli panteschi che popolano le grotte naturali e i dammusi abbandonati dell'isola. Ma non svegliateli! Info: www.parconazionalepantelleria.it



Di Primigi