IRISH COFFEE


La storia dell'Irish Coffee è nata in un aeroporto, più precisamente in quello irlandese di Foyes. Negli anni Trenta i passeggeri americani, stremati dall'interminabile trasvolata atlantica, venivano accolti all'arrivo dal barman Joe Sheridan, il quale si era inventato questa bevanda calda, ideale per scaldare i viaggiatori infreddoliti e diversa dal solito tè, con la speranza di strappare un sorriso.

E' possibile realizzare diverse varianti del cocktail tra cui: il "French Coffee" con Cointreau, l' "Italian Coffee" con Disaronno o Galliano, il "Rum Coffee" con Rum scuro e il "Mexican Coffee" con Tequila o Kahlùa.


INGREDIENTI:

- 4 cl di Irish whiskey

- 9 cl di caffè lungo caldo

- 3 cl di panna fresca

- 1 cucchiaino di zucchero di canna


PROCEDIMENTO:

Nell'apposito bicchiere temperato e caldo, versate un caffè lungo o, ancor meglio, un doppio espresso e scioglietevi lo zucchero. Versate il whiskey, che non va scaldato, e in cima la panna che andrà leggermente addensata, ma non al punto di renderla dura.

Tratto da: Cavoli a merenda