VERRUCHE NEI BAMBINI: COME RICONOSCERLE E COMBATTERLE

 

Le verruche sono delle piccole escrescenze che possono nascere sullo strato corneo della pelle: non di rado colpiscono i bambini e, pur non essendo assolutamente pericolose, possono comunque provocare più di un fastidio. Le suddette emergono a causa dell’infezione di un virus specifico, noto come Papilloma Umano (HPV): ne esistono di diversi tipi, ed ecco perché è il caso di approfondire questo tema.

 

Come riconoscere le verruche?

 

Ogni famiglia di verruche possiede dei sintomi abbastanza chiari, facili da riconoscere: prima di vedere nel dettaglio le tipologie, è meglio cercare di capire bene cosa sono le verruche leggendo questa pagina. Si parte con le verruche volgari, che poi sono anche quelle più diffuse. Come riconoscerle? È facile, dato che presentano una serie di piccole escrescenze dall’aspetto rugoso, alle volte scambiate erroneamente per fibromi. Una seconda tipologia di verruca è quella plantare: dalla forma tipicamente circolare, tende a comparire sotto la pianta del piede ed è sempre piatta, al punto da somigliare ai calli. La terza e ultima famiglia di verruche è quella piana: in tal caso le escrescenze (sottilissime) compaiono sul volto del bimbo.

 

Come curare le verruche?

 

Di solito le verruche guariscono da sole nel giro di qualche mese: possono però dare fastidio o creare dei problemi psicologici per via del loro aspetto, dunque conviene sempre intervenire per curarle. Come fare? Esistono in commercio creme e prodotti a base di acidi che possono aiutare molto la guarigione: di contro, bisogna sempre chiedere un consulto a un dermatologo, prima di ricorrere a qualsiasi soluzione. Infine, nel caso di verruche si sconsigliano i rimedi fai da te.

 

Come prevenire le verruche?

 

Il contagio da verruche avviene per contatto, con altre persone malate o con oggetti o indumenti contaminati dal Papilloma Virus. Le regole per la prevenzione sono simili a quelle adottate per i funghi della pelle: bisogna evitare di camminare a piedi scalzi e indossare sempre delle calzature traspiranti. Inoltre, mai usare capi di abbigliamento o intimo appartenenti a qualcun altro. Non bisogna nemmeno “tormentare” le verruche, anche se prudono: spaccandole, il virus potrebbe espandersi e contagiare anche le zone di cute sana.

 

Quali sono i rimedi naturali?

 

Nonostante il fai da te sia fortemente sconsigliato, esistono comunque dei rimedi naturali certificati, utilissimi contro le verruche. Uno dei prodotti migliori è il latte contenuto da alcune piante, come ad esempio la celidonia e il fico: questo latte va però trattato con cura, perché può risultare pericoloso per gli occhi. Un altro prodotto ottimo contro le verruche è l’olio essenziale di albero del tè: può essere mixato all’olio extravergine di oliva e all’olio di mandorle dolci, e poi applicato sulla zona infetta. Persino l’aglio può essere utile: basta prenderne uno spicchio e strofinarlo direttamente sopra la verruca.

 

Please reload

Please reload

Il Club delle Mamme

viale R.Serra 16 20148 Milano

mariangela@h2bizness.it

 

Tel: 02 49543090

Cell: 391 3664892

2014 by Mango Promotion

Informativa sulla privacy - Cookie policy